GREEN PEOPLE: L’INTERVISTA A “LE VERDURE DEL MIO ORTO”

GREEN PEOPLE: L’INTERVISTA A “LE VERDURE DEL MIO ORTO”

Adorate le verdure genuine dell’orto? Quelle coltivate con l’amore e la passione di una volta? Vorreste averne la vostra scorta personale, magari direttamente a casa, senza fatica?

Ecco la soluzione. “Le verdure del mio orto” porta tutto questo (e molto di più) comodamente a portata di citofono. Voi scegliete il vostro “orto virtuale” e abili agricoltori lo coltiveranno per voi recapitandovi a casa, ogni settimana, i frutti della “vostra” terra.

Utopia? Niente affatto. Ho fatto quattro chiacchiere con il creatore di tutto questo, Paolo Ferraris. Ecco cosa ci ha raccontato.

“Le verdure del mio orto”. Chi c’è dietro a questa idea?

L’idea è nata da me; dopo essermi allontanato dalla campagna per studiare disegno industriale allo Ied, ho cercato un modo per poter coniugare l’innovazione del design e la tradizione della campagna; da qui è nato il progetto e il nostro sito( strumento fondamentale per il nostro progetto). Ero anche alla ricerca di un modo per poter diversificare la produzione della nostra azienda( risicola) e trasmettere la nostra passione per la terra e i suoi frutti.

Da quanto siete in attività?

Il progetto è nato nel 2009, a gennaio 2009 c’è stato il nostro evento di lancio a Milano; le prime consegne sono state effettuate a settembre dello stesso anno.

E com’è stato accolto inizialmente?

Il progetto ha avuto un riscontro immediato: è stato da subito molto notiziabile in un periodo in cui la gran parte delle persone aveva preso consapevolezza dell’importanza di ritornare alle origini, di riscoprire antichi sapori, dell’importanza di un’alimentazione sana e del rispetto della natura in tutti i suoi aspetti.

Spiegate brevemente a chi non lo conosce in cosa consiste?

Diamo la possibilità ai nostri clienti di avere un primo affaccio con la campagna, di poter essere da subito artefici di ciò che riceveranno e di conseguenza di avere  prodotti genuini a km zero tramite aziende che siano  il loro punto d riferimento e che li accolgano per far toccare  con mano i loro prodotti e respirare un po’ di vita di campagna.

Ad oggi in quali regioni italiane è possibile “affittare” il proprio orto? 

Ad oggi le nostre zone di consegna sono: Torino e provincia, Vercelli, Novara, Milano e provincia, Roma e provincia e da questa primavera dovremmo partire anche nella zona di Firenze, Pistoia, Prato con un’altra azienda.

Riuscite a fare un identikit del vostro cliente tipo?

I nostri clienti tipo sono giovani coppie con bambini piccoli, in generale tutti coloro che sanno quanto sia importante mangiare genuino e di stagione.

La proposta è davvero varia. Verdura, frutta, e anche riso (persino con la possibilità di personalizzarne il packaging). Quale è il vostro prodotto di maggior successo?

Sicuramente la verdura.

Davvero interessante la possibilità di comporre il proprio pezzetto di terreno con le proprie verdure preferite. Suggerite un orto tipo a un neofita, magari non molto esperto?

Consigliamo sempre ai nostri clienti di “seminare” virtualmente più verdura e frutta possibili: in questo modo ogni settimana riceveranno una cesta il più varia possibile…e di provare ad assaggiare anche ortaggi che non avevano mai considerato prima : abbiamo avuto clienti che hanno riscoperto( o meglio “scoperto”) il gusto di ortaggi che prima non apprezzavano.

Dove vi vedete da qui a 10 anni?

Speriamo di poter allargare la nostra cerchia di aziende affiliate e di poter raggiungere più zone possibili in tutta Italia!

Infine per voi, “vivere green” cosa significa?

Amare e rispettare la natura a 360°.